RATTAGAN: «TORNEO DAL GRANDE FUTURO»

Anche in questa terza edizione di Italia Polo Challenge a Cortina d’Ampezzo l’argentino Patricio Rattagan si è… sdoppiato nella veste di event manager (è sua l’idea del circuito di polo arena varato nel 2020 ed organizzato con la collaborazione del Dipartimento Polo della Federazione Italiana Sport Equestri) e giocatore. In questi ultimi panni non è stato particolarmente fortunato nella partita di esordio: Battistoni, il suo team, è stato infatti sconfitto da Goldspan per 8 a 6,5. Tornato a parlare da event manager, ha però ripreso subito il sorriso.

«Il campo di gioco quest’anno è davvero uno spettacolo! Il Comune di Cortina d’Ampezzo ha fatto un lavoro eccezionale, trasportando fino a cinquanta camion di neve artificiale. In questo modo il manto si è compattato al meglio e ha retto senza problemi: stanno giocando professionisti abituati a questo tipo di superficie, sulla quale giocano a Kitzbühel e Saint Moritz, e tutti si sono complimentati per le condizioni del campo».

Insomma, il polo sulla neve ha un grande avvenire a Cortina: «Quest’anno abbiamo abbandonato la formula dimostrativa del test match e siamo riusciti a programmare un vero e proprio torneo con quattro squadre. L’interesse e la risposta avuta dall’estero con la partecipazione di giocatori così importanti sono stati per noi il riconoscimento del buon lavoro fatto nelle prime edizioni e questo terzo appuntamento è il presupposto per fare ancora meglio in futuro».

© Equi-Equipe per IPC Cortina 2022

© Photo IPC/MAV